Questo virus mostra la forza dell’Asia e sottolinea il declassamento dell’Europa

È la legge di tutte le grandi guerre nominare alla fine un vincitore indiscusso.

Alla fine della Guerra dei Trent’anni, fu la Francia di Richelieu e Luigi XIV a dominare la nuova Europa così come sancito dai trattati di Vestfalia. Nel 1815, dopo Waterloo, l’Inghilterra è diventata la principale nazione del XIX ° secolo. E le due guerre mondiali hanno designato gli Stati Uniti come potenza egemone del XX ° secolo.

La guerra del coronavirus, poiché Emmanuel Macron e molti capi di stato parlano di “guerra”, non fa eccezione a questa regola.

Inizialmente, si credeva che l’epidemia avrebbe spezzato l’irresistibile boom della Cina. L’Europa ipocrita e gli Stati Uniti hanno gioito in maniera ostentata delle disgrazie cinesi. Abbiamo deriso l’igiene deplorevole, l’eccessivo inquinamento, il confinamento tirannico tipico dei regimi totalitari.

E poi, la Cina è uscita dal baratro mentre i paesi europei vi sono entrati e hanno dimostrato tutta la loro vulnerabilità e inadeguatezza.

Éric Zemmour Le Figaro.fr 28 marzo 2020

2020-03-28T21:18:12+00:00