Responsabile Scientifico – Franco Mosca

Un’occasione per discutere ed esplorare le diverse possibilità di impiego della robotica e dell’intelligenza artificiale e in generale delle tecnologie digitali nelle professioni sanitarie del futuro e nei diversi contesti di medicina territoriale più avanzata.
Attraverso un confronto informale e creativo emergeranno aspettative, fabbisogni formativi, utilizzi innovativi di robotica e AI come modelli di simulazione per nuove forme di apprendimento e processi di ricerca-azione, nonché come strumenti funzionali ad una cura più efficace ed efficiente del paziente, anche a domicilio – tenuto conto anche delle diverse situazioni territoriali, dell’accessibilità ai servizi e delle modalità con cui ci si approccia al paziente in contesti diversi.


PROGRAMMA

La giornata si aprirà con due interventi su:

  • orizzonte sull’Intelligenza Artificiale ed una sulla Robotica e più in generale della tecnologia (e società) digitale.
  • futuro della Sanità: i nuovi contesti operativi e nuove professioni

Seguirà lo svolgimento del confronto attraverso un adattamento della tecnica dell’OST Open Space Technology.
Harrison Owen, organizzatore di congressi internazionali, si accorse che i momenti più proficui degli eventi sono sempre durante i coffee break e i pranzi, in cui ciascuno parla di ciò che gli preme con le persone con cui ha interesse a confrontarsi. Così rovesciò la logica dei suoi eventi mettendo al centro l’open buffet e dando a tutti la possibilità di decidere gli argomenti di cui discutere e chiamò questa tecnica OST.
All’inizio dell’OST tutti possono proporre un argomento di discussione nell’ambito del tema principale, assumendosi l’onere di gestire il gruppo che andrà ad affrontare quella specifica questione. Una volta esaurito il tempo delle proposte tutti i presenti scelgono a quale gruppo partecipare e contribuiscono alla discussione. Al termine dei lavori ciascun partecipante riceve l’istant report di tutti i gruppi di lavoro, così da avere immediatamente gli atti della giornata.
Nel nostro caso si prevede una restituzione dei lavori in plenaria con discussione e condivisione di quanto emerso.