Sanità, D’Urso erede di Desideri: il governatore rompe gli indugi

Designazione secca di Enrico Rossi: ora il nome alla commissione, ma il voto non è vincolante. Simona Dei verso la conferma a direttore sanitario

Arezzo, 7 febbraio 2019 – E’ arrivata ieri mattina alle 11,30 sul tavolo del presidente della commissione sanità, l’indicazione da parte del presidente Enrico Rossi del nuovo direttore generale di Asl Toscana Sud Est: il nome è Antonio D’Urso, che diventa l’erede di Desideri. Indicazione vincolante, rientrando la nomina tra le prerogative del Governatore. Anche se passa alla commissione sanità regionale che deve esprimere un parere non vincolante ma obbigatorio.

E per il presidente Stefano Scaramelli la nomina equivale a una dichiarazione di guerra. «Doveva essere condivisa con i territori, non una comunicazione», la sua reazione a caldo. La spaccatura in Regione sulla nomina è diventata più profonda. Gia due settimane fa, nel corso della Conferenza dei sindaci di Siena, Arezzo e Grosseto, l’assessore regionale alla salute Stefania Saccardi aveva dovuto registrare la ribellione dei territori al nome di D’Urso….Continua su LaNazione>>

Di |2019-02-07T16:24:10+00:007/2/2019|2019|