Scoperta nuova molecola per la cura del carcinoma squamoso della pelle

Pubblicati sul New England Journal of Medicine i dati di studi dedicati al secondo tumore cutaneo, finora senza soluzioni terapeutiche per la fase avanzata

Dopo il temutissimo melanoma, è il secondo tumore della pelle per mortalità. Si tratta del carcinoma cutaneo a cellule squamose metastatico, tumore raro che negli Stati Uniti colpisce ogni anno 1 milione di persone e causa fino a 8mila decessi.

È un tumore aggressivo, altamente sfigurante e che, in fase avanzata, è mortale. Se diagnosticato in tempo, l’intervento chirurgico e la radioterapia possono essere risolutivi. Ma per i casi in cui il tumore non è asportabile chirurgicamente, anche in virtù della sede tumorale o in considerazione dell’età avanzata dei pazienti e della presenza di altre patologie concomitanti, non esistono soluzioni terapeutiche disponibili e approvate.

Due nuovi studi apparsi sul New England Journal of Medicine e presentati in contemporanea a Chicago, al 54° congresso dell’American Society of Clinical Oncology, mostrano i buoni risultati di un nuovo farmaco sperimentale, cemiplimab, un anticorpo monoclonale anti PD-1…Continua su LaStampa>>

Di |2018-06-16T09:52:00+00:0016/6/2018|2018, News|