Vengono scelti tra i migliori e con offerte economiche difficili da rifiutare. I giovani medici italiani sono sempre più nel mirino di talent scout stranieri ‘a caccia’ di camici bianchi da portare in Nord Europa (Germania, Olanda, Danimarca e Gran Bretagna sopratutto). Come avviene nel mondo dello sport, questi osservatori ‘fiutano’ i candidati in convegni o congressi e scelgono i professionisti con i punteggi di laurea e specializzazione migliori. Poi scatta il ‘corteggiamento’ per farli trasferire all’estero . Questa fuga dei dottori dal Servizio sanitario nazionale verso altri Paesi sta assumendo, da fenomeno di nicchia, i contorni di un vero problema per ospedali e Asl che rischiano di ritrovarsi senza medici. ….Continua su AdnKronos>>