Il concetto di Metaverso è diventato molto popolare durante la pandemia poiché il lockdown e lo Smart work hanno spinto le persone per lavoro e per piacere.

Facebook ipotizza di assumere 10.000 lavoratori nell’Unione europea nei prossimi cinque anni per lavorare su una nuova piattaforma informatica. La società ha affermato in un post sul blog domenica che quei lavoratori altamente qualificati aiuteranno a costruire “il metaverso”, una nozione futuristica per connettere le persone online che comprende la realtà aumentata e quella virtuale.

Cos’è il metaverso?

Metaverso, un termine coniato per la prima volta nella fantascienza, è una combinazione del prefisso “meta”, che significa oltre, e “universo”.

Si riferisce a mondi virtuali condivisi in cui terreni, edifici, avatar e persino nomi possono essere acquistati e venduti, spesso utilizzando criptovalute. In questi ambienti, le persone possono girovagare con gli amici, visitare edifici, acquistare beni e servizi e partecipare a eventi.

Il concetto è diventato molto popolare durante la pandemia poiché le misure di blocco e le politiche per il lavoro da casa hanno spinto più persone online sia per affari che per piacere.

Il termine copre un’ampia varietà di realtà virtuali, dagli strumenti sul posto di lavoro ai giochi e alle piattaforme di comunità.

Molte delle nuove piattaforme sono alimentate dalla tecnologia blockchain, utilizzando criptovalute e token non fungibili (NFT), consentendo la creazione, la proprietà e la monetizzazione di un nuovo tipo di risorsa digitale decentralizzata.

Due piattaforme distinte

Il metaverso può essere suddiviso in due tipi distinti di piattaforme.

Il primo è incentrato sulla costruzione di un metaverso basato su blockchain, utilizzando NFT e criptovalute. Piattaforme come Decentraland e The Sandbox consentono alle persone di acquistare appezzamenti di terreno virtuali e costruire i propri ambienti.

Il secondo gruppo usa il metaverso per riferirsi a mondi virtuali più in generale, dove le persone possono incontrarsi per affari o svago. Facebook Inc ha annunciato a luglio che stava creando un team di prodotto per lavorare sul metaverso.

Roblox, Fortnite e Minecraft, piattaforme di gioco in cui gli utenti possono competere e collaborare nei giochi, nonché crearne di propri, rientrano in questa categoria.

New money

Mentre molte piattaforme del metaverse forniscono account gratuiti a cui le persone possono unirsi, le persone che acquistano o scambiano risorse virtuali su piattaforme basate su blockchain devono utilizzare le criptovalute.

Diverse piattaforme basate su blockchain richiedono token crittografici basati su Ethereum, come MANA per Decentraland e SAND per The Sandbox, per acquistare e scambiare risorse virtuali.

In Decentraland, gli utenti possono scambiare opere d’arte NFT o addebitare l’ingresso a una mostra o un concerto virtuale. Possono anche fare soldi scambiando terreni, i cui prezzi sono aumentati negli ultimi anni.

Su Roblox, gli utenti possono guadagnare facendo pagare ad altri utenti l’accesso ai giochi che creano. 

Il Futuro del metaverso

Non è chiaro fino a che punto sia possibile un vero metaverso, che replica completamente la vita reale, o quanto tempo ci vorrebbe per svilupparsi.

Molte piattaforme nel metaverso basato su blockchain stanno ancora sviluppando la tecnologia Augmented Reality (AR) e Virtual Reality (VR) che consentirà agli utenti di interagire completamente nello spazio.

Il gigante della contabilità e della consulenza PwC prevede che le tecnologie VR e AR forniranno un aumento di 1,5 trilioni di dollari all’economia globale entro il 2030, rispetto ai 46,5 miliardi di dollari del 2019.

Da livemint.com