Il Regno Unito ha oggi vissuto il giorno più nero con 563 persone morte per COVID-19. In totale i deceduti sono 2.300. Tra i morti vi è un ragazzo di 13 anni, Ismail Mohamed Abdulwahab, che si ritiene sia il più giovane a morire da coronavirus del Regno Unito. Risulta che prima fosse in condizioni di salute normali.

Quasi 30.000 persone sono ora risultate positive al test per il coronavirus nel Regno Unito, ha affermato il Dipartimento della sanità e dell’assistenza sociale. Sono stati fatti più di 150.000 tamponi.

Il governo sta lavorando per aumentare rapidamente il numero di test fino a 12.750 al giorno, mentre sono stati 15.000 questa settimana. Ci sarà poi un aumento significativo entro la metà di aprile.

Circa 2.000 operatori di prima linea nel Servizio sanitario nazionale sono stati testati a partire da mercoledì. Nel Regno Unito sono 1,2 milioni i lavoratori del SSN.

Il ministro Michael Gove ha dichiarato martedì che la carenza di tamponi era in parte dovuta alla scarsità di sostanze chimiche necessarie per effettuarli.

Nel frattempo, il governo sta tentando di colmare la carenza di dispositivi di protezione individuale, dopo che il personale del SSN impegnato in prima linea.

Anche la Spagna oggi ha registrato il più alto numero di morti: 864 persone positive al coronavirus. Più di 9000 persone sono morte in Spagna per la pandemia mentre ad oggi più di 102.000 persone risulta che siano state infettate dal virus.

Da Forbes del 1 aprile 2020>>