Uno studio della Georgia State University ha accertato che il vaccino antinfluenzale a base di emoagglutinina ricombinante per via intranasale danno una protezione ad ampio spettro contro le malattie respiratorie

Il vaccino antinfluenzale a base di emoagglutinina ricombinante (HA) può essere somministrato per via intranasale e sembra in grado di migliorare la risposta immunitaria dell’organismo e offrire un’ampia protezione contro diversi ceppi virali.

È quanto emerge da uno studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, condotto dagli scienziati dell’Istituto di scienze biomediche presso la Georgia State University, che hanno valutato l’efficacia del materiale immunizzante sviluppato presso lo stesso istituto accademico.

Gli attuali vaccini contro l’influenza stagionale producono un’immunità specifica per il ceppo considerato e sono meno efficaci contro le varianti non corrispondenti. Una protezione ad ampio spettro, sottolineano gli autori, potrebbe invece contrastare in modo più efficace le malattie respiratorie infettive, come l’influenza….Continua su AGI>>