Vaccini anti Covid al rush finale. Ma ora la sfida è diplomatica

Sono ormai diversi i paesi, in giro per il mondo, che hanno avviato una concreta collaborazione con il governo di Pechino per assicurarsi le dosi necessarie

Mentre le compagnie farmaceutiche occidentali che stanno sviluppando un vaccino hanno appena ultimato di arruolare gli ultimi volontari per il completamento della fase III della sperimentazione clinica dei loro vaccini, il governo cinese sta cominciando a cogliere i frutti della sua offensiva diplomatica basata proprio sulla messa a disposizione in tempi rapidi di un vaccino e a costi contenuti.

Dall’Ungheria a Israele, passando per i paesi del Golfo Persico, il Brasile quelli del Sud Est Asiatico, per non parlare dell’Africa dove la Cina sta implementando una vera e propria infrastruttura di distribuzione del vaccino, sono ormai diversi i paesi che hanno avviato una concreta collaborazione con il governo di Pechino su questo fronte e hanno anche stretto importanti accordi politici con conseguenze che arrivano a mettere in fibrillazione la stessa Unione europea.

Continua su AGI>>

Pandemia, Sanità e Paese con scienziati, economisti e politici a #ForumReloaded, 5 Novembre su KLive (www.klive.it)

2020-10-31T17:35:26+00:00