Verso la Sanità Digitale in Italia

Verso la Sanità Digitale in Italia2020-09-23T16:56:16+00:00

VERSO LA SANITÀ DIGITALE IN ITALIA, UN PROCESSO PARTECIPATIVO E DI CONDIVISIONE

INDIRIZZARE LA SANITÀ DIGITALE IN ITALIA, EVITARE GLI ERRORI

La pandemia – con il suo lockdown – è stata lo spartiacque tra un prima e un dopo dell’innovazione digitale della sanità italiana che è oggi una delle priorità strategiche su cui fondare la ricostruzione

La pandemia COVID-19 o Severe Acute Respiratory Syndrome CoronaVirus 2 (SARS-CoV-2) ha posto molte sfide e ha costretto, potremmo dire finalmente, a ripensare i modelli assistenziali, a partire dalla medicina generale fino all’assistenza ai pazienti fragili, dall’uso dei dati all’impatto su sistemi regionali frammentati, soprattutto dal punto di vista digitale.
Sono state proposte soluzioni estemporanee, alcune brillanti, altre facevano sorridere ma la grande assente è stata l’infrastruttura digitale del SSN e della società italiana, che ha pagato con un durissimo prezzo, anche di vite, il ritardo digitale.
Una popolazione over 70 (che assorbe l’80% delle risorse del SSN) che va regolarmente, in banca, all’ufficio postale, in farmacia, dal medico è stata facilmente vittima di un virus a diffusione aerea.
I più contagiati come categoria professionale, sono stati i medici, cui le stesse sentenze della cassazione impediscono di poter confermare una sindrome influenzale senza una visita “di persona” e senza alcun DPI disponibile.
Ora, col senno del poi, abbiamo capito quanto sia assurdo far stare mezz’ora un paziente a tossire nell’ambulatorio del medico o nella sala d’attesa del PS ed abbiamo toccato con mano l’assurdità di una ricetta elettronica che richiedeva di andare a prendere un “promemoria cartaceo” per avere il farmaco in farmacia. Le cose sono cambiate, molte dovranno ancora cambiare, provvedimenti presi in emergenza probabilmente non saranno modelli definitivi. Mancano leggi, regole, una pianificazione nazionale da trasferire nelle regioni, dalla “telefonomedicina” introdotta in emergenza, fino alla gestione di tutti i pazienti con multimorbilità che dovranno andare il meno possibile dal medico, stanti i dati di mortalità superiori al 10% sugli over 75.
I medici in questo periodo di emergenza hanno condiviso le esperienze attraverso WhatsApp, attraverso Facebook e Linkedin, in assenza di qualsiasi infrastruttura di comunicazione del SSN. Strumenti come la Televista, la Telecooperazione sanitaria, il Teleconsulto ed il Telemonitoraggio vengono richiesti a gran voce dai pazienti stessi e raccomandati dal Ministero della Salute. Ora bisogna fare un passo importante, rendendo tutto questo parte strutturale del SSN, per renderlo più resiliente, efficace ed appropriato.

PROGRAMMA DELLA SANITÀ DIGITALE IN ITALIA, 1 Ottobre, ore 11.30-12.30

Salute e cure digitali: scenario problemi ed opportunità
Sergio Pillon – Componente del Working Group Digital Health della European Public Health Alliance; Direttore medico CIRM – Centro Internazionale Radio Medico; Componente del gruppo di esperti dell’ISS Tecnologie Sanitarie per il contrasto al Covid-19

Le professioni sanitarie, un’opportunità da cogliere
Gregorio Cosentino – Presidente ASSD – Associazione Scientifica per la Sanità Digitale

L’esperienza operativa e il ruolo delle società scientifiche, linee guida, formazione
Luciano De Biase – Professore di Cardiologia, Università di Roma La Sapienza II Facoltà di Medicina e Chirurgia, Azienda Ospedaliera Sant’Andrea

Ricerca ed innovazione digitale delle cure FSE 2.0 o Digital Twin?
Giuseppe De Pietro – Direttore ICAR – Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni – CNR

L’esperienza del Covid: processi e modelli operativi possibili anche oggi
Fabrizio Massimo Ferrara – Coordinatore scientifico del Laboratorio sui sistemi informativi sanitari – ALTEMS Alta Scuola di Economia e Management dei sistemi Sanitari – Università Cattolica del Sacro Cuore 

Le tecnologie chiave e le regole che vorremmo
Mauro Grigioni – Direttore del Centro Nazionale Tecnologie Innovative in Sanità Pubblica, ISS

Sanità digitale, televisite: nuovi standard di accreditamento per nuovi processi
Maria Teresa Mechi – Responsabile di settore Qualità’ dei servizi e reti cliniche, Regione Toscana

Prendersi cura anche attraverso il digitale
Giuseppe Milanese – Presidente Confcooperative Sanità e OSA – Operatori Sanitari Associati 

Innovazione terapeutica nell’era del digitale
Eugenio Santoro – “Direttore del Laboratorio di Informatica Medica Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS” 

Il quadro giuridico: ampi spazi ed opportunità
Silvia Stefanelli – Avvocato cassazionista, Esperta in Diritto Sanitario

Scorri e compila il seguente modulo

⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓

COMITATO

Sergio Pillon

Massimo Bisogno

Gregorio Cosentino

Luciano De Biase

Giuseppe De Pietro

Fabrizio Massimo Ferrara

Mauro Grigioni

Giuseppe Milanese

Giuseppe Recchia

Eugenio Santori

Chiara Sgarbossa

Silvia Stefanelli

VAI AL MODULO DELLA RACCOLTA DI IDEE E PROPOSTE

SPUNTI E RIFLESSIONI

SPECIALE CORONAVIRUS
ULTIME NOTIZIE

MODULO DI ISCRIZIONE
Compilando il modulo si dimostra di apprezzare il lavoro della redazione nel fornire le notizie sulla lotta alla pandemia a livello globale e, nel contempo, si avrà la possibilità di restare aggiornati  sulle iniziative Koncept
ISCRIVITI

A NESSUNO PIACE LO SPAM
Per questo le informazioni di Koncept non hanno cadenza regolare e non contengono  materiale pubblicitario di terze parti. Informativa completa all'indirizzo: www.koncept.it/privacy
close-link